«

»

Esperienza della Festa del Natale ACR

L’acr diocesana, quest’anno, ha ideato un modo del tutto originale per garantire a noi tutti, che facciamo parte di questa grande famiglia, di festeggiare tutti insieme la nascita di Gesù! In che modo ciò è avvenuto? Semplice! Attraverso una festa, tenutasi il 21 dicembre del mese scorso, ed organizzata in puro stile acr. È stato un bel momento di condivisione, durante il quale ognuno dei nostri piccoli acierrini ha avuto la possibilità di fare nuove ed interessanti amicizie! E sono stati proprio loro, i bambini, gli unici protagonisti dell’evento! Trattenuti con delle attività educative organizzate minuziosamente e adattate alle singole fasce d’età, senza tralasciare nulla al caso, si sono sentiti tutti parte integrante di un grande gruppo! Certo che per noi, che siamo i loro educatori e ci impegniamo ad assolvere questo compito nel modo più completo possibile, vedere i loro volti sorridenti e i loro occhi felici è stata una gioia immensa! Tuttavia, diversamente da quanto si possa pensare, tutte queste emozioni positive sono state suscitate con enorme semplicità. Una semplicità che ha indirettamente lanciato ai bambini un messaggio di fondamentale importanza: scoprire e conoscere Gesù nella quotidianità! Ogni singolo bambino, infatti, tornando a casa quella sera, avrà sentito dentro di sé il desiderio di conoscere Gesù, nostro amico di vita. Ed è ovvio che questo non sia affatto semplice per dei bambini! Ma è anche vero, allo stesso tempo, che i bambini non sono soli: hanno validi aiutanti! Oltre a noi, che siamo i loro educatori, pronti a prenderli per mano e condurli verso la scoperta di Gesù, i bambini possono contare anche sui loro genitori, che in effetti sono i loro primi educatori, cui fare affidamento per prepararsi ad affrontare la vita!

La scoperta di Gesù, tema centrale della festa, è stato anche il tema centrale del messaggio che il nostro Vescovo ha lasciato. Quest’ultimo è stato infatti il protagonista di uno dei momenti più toccanti dell’intero pomeriggio: con parole estremamente semplici e, ancora una volta, adattate ai bambini, il Vescovo ha fatto loro capire che, nel momento in cui si scopre l’amore di Dio, tutto può cambiare. Il suo messaggio, quindi, ha rimandato indirettamente allo slogan dell’Acr di quest’anno: TUTTO DA SCOPRIRE!

Ed è proprio questo slogan, al termine della festa, che riecheggiava nella mente e nel cuore di ognuno di noi, grandi e piccini. La scoperta di Gesù e del suo amore, la scoperta degli altri costituiscono gli obiettivi che ognuno di noi deve prefiggersi.  Obiettivi che sono più facilmente raggiungibili quando si è parte di una immensa famiglia, in cui i cuori di ognuno battono all’unisono: l’Acr!